Home

previous arrow
next arrow
Slider

 

L’Accademia Ligure di Scienze e Lettere è un ente morale avente lo scopo di contribuire con studi, pubblicazioni, conferenze e col conferimento di premi e di borse di studio al progresso sia delle scienze fisiche, naturali, matematiche e mediche, sia di quelle morali, storiche, letterarie e giuridiche.

 

PROSSIMO APPUNTAMENTO

GIOVEDI’ 29 FEBBRAIO 2024, ORE 17.00

Emanuele Angelucci, Accademico, Ospedale San Martino, Genova
terrà una conferenza dal titolo:

“La terapia cellulare: ultima frontiera della ricerca medica”

Gli ultimi anni hanno visto avverarsi il sogno di molti ricercatori: quello, cioè di utilizzare le cellule come armi terapeutiche non solo per sostituire funzioni mancanti o perse (trapianti) ma anche per combattere direttamente malattie specie quelle tumorali. Ciò è avvenuto con lo sviluppo delle cellule CAR-T (Chimeric Antigen Receptor-T) che sono dei linfociti T del paziente stesso ingegnerizzati (cioè, modificati geneticamente) per riconoscere un bersaglio cioè, in questo caso, un antigene tumorale, legarvisi e distruggere la cellula maligna che lo espone. Lo sviluppo di questo prodotto (prodotto è la parola esatta perché dal punto di vista regolatorio è un prodotto farmaceutico) è il risultato congiunto di a) terapia genica in quanto si modifica il gene delle cellule, b) immunoterapia perché si potenzia di molte volte la capacità immunologica dei linfociti T, c) terapia cellulare perché si usano le cellule stesse del paziente come “materia prima” per costituire il prodotto. Come si può evincere da quanto sopra il punto centrale è il bersaglio che deve essere bene espresso sulle cellule tumorali e non su altre cellule normali o almeno non su cellule staminali o su cellule fondamentali per le funzioni organiche. Questo è il motivo per cui ad oggi questa terapia è praticabile solo per le neoplasie del sistema linfatico B che presentano degli antigeni con queste caratteristiche (l’antigene CD19). Ma è importante sottolineare che la porta è stata aperta e che, la storia ci insegna, poi la tecnologia espanderà le applicazioni rendendole sempre più ampie e ragionevolmente sicure. Come sempre i grandi avanzamenti, oltre a produrre grandi benefici producono anche problemi clinici, organizzativi ed etici. I problemi clinici sono problemi di percorso terapeutico che le società scientifiche dovranno provare a risolvere producendo algoritmi terapeutici per forza di cose dinamici. I problemi organizzativi ed etici sono prevalentemente quelli legati al prezzo di questi prodotti, oltreché essere personalizzati sono, come prodotti farmaceutici, coperti da brevetto. Il loro sviluppo ha portato ad una escalation di prezzi che sta mettendo in crisi il concetto universalistico del nostro sistema sanitario. Per affrontare il problema occorrerà impostare una nuova valutazione di valore, costo e prezzo e modificare le modalità di rimborso oggi estremamente rigide e non più adeguate allo sviluppo della ricerca.

Emanuele Angelucci: Laurea in Medicina e Chirurgia: Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Bologna nel 1984. Specialista in Ematologia Generale, Oncologia Clinica e Medicina i Interna (Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Ancona). Direttore della Struttura Complessa di Ematologia e Terapie Cellulari e Direttore Programma Trapianti Cellule Staminali e Terapie Cellulari “Alberto Marmont” IRCCS Ospedale Policlinico San Martino di Genova. 2016 – oggi. Ha pubblicato oltre 400 lavori scientifici su riviste indicizzate (Hindex 62 – Scopus agosto 2023) particolarmente nel campo del trattamento delle neoplasie ematologiche e nel trapianto di cellule emopoietiche e di problematiche relate al sovraccarico e alla tossicità di ferro (N Engl J Med 2000, Blood 2002, Ann Intern Med 2020). Nel campo del trapianto nelle emoglobinopatie è coautore dei principali studi pubblicati sin dalle esperienze preliminari (N Engl J Med 1987, 1990, 1993 e 2000, Lancet 1985, 1992 e 1993, Ann Inter Med 2002, Blood 1997, 1997, 2002) nonché principale autore delle linee guida europee per il trapianto nelle emoglobinopatie: Haematologica 2014. Coordinatore del Working Party Emoglobinopatie dell’ European Group for Blood and Marrow Transplantation (EBMT).

N.B. La conferenza si svolgerà in presenza. In seguito, sarà disponibile la registrazione sul canale YouTube dell’Accademia. Tuttavia, è possibile seguire la conferenza anche via zoom: https://us02web.zoom.us/j/5964880155?pwd=eHYrTWUxeXg0K1M1d0l2b0hDeTFPQT09

La registrazione sarà disponibile sul canale YouTube dell’Accademia: https://www.youtube.com/@ALSL1798